Hanno ragione loro

Per me il fatto di non riuscire a guarire dalla depressione, il fatto stesso di essermi ammalata, di dover prendere psicofarmaci, è la prova che sono debole. La psicologa mi ha sempre detto che sono forte, ma ho sempre pensato che lo dicesse perché è pagata per farlo. Anche alcuni amici me lo ripetono spesso, il mio migliore amico, quello che mi conosce davvero, che sa proprio tutto di me, dice che sono la persona più forte che conosce. A me quando lo dicono dà fastidio, perché non è vero, solo perché lo nascondo non vuol dire che io non sia debole, loro non sanno cosa ho passato, non sanno quante volte ho pensato di uccidermi, come fanno a dire che sono forte? Sono la persona più debole del mondo. Anche mio nipote dice sempre che la zia è forte, ma cosa vuoi che ne sappia un bambino di 4 anni? E poi lo dice solo perché gliel’ho insegnato io.

E invece no.

Sabato sera sono uscita con alcuni amici a mangiare la pizza, uno di loro mi ha scritto dopo qualche giorno che gli ha fatto piacere vedermi sorridente anche se dolorante.  Ieri sono andata dal posturologo, stavo malissimo, avevo dolori lancinanti, eppure sono riuscita a scherzare tutta la sera sulla  mia stupida schiena che mi fa impazzire. E finalmente mi sono resa conto che quello che mi dicono la psicologa, i miei amici, e perfino mio nipote, è vero. Sono forte. Cazzo, chiunque al posto mio, dopo 12 anni di dolori fortissimi e continui, sarebbe impazzito. Vorrei proprio vedere in quanti riuscirebbero a sopportare l’inferno che ho vissuto e sto vivendo io. Sono forte. Ed esserne finalmente consapevole mi rende ancora più forte.

Vaffanculo depressione di merda che cercavi di convincermi del contrario.

Annunci

Fisioterapia

Dopo un lungo pianto al telefono con la psicologa non ho più avuto crisi depressive, l’umore è abbastanza buono tutto sommato, ma questi dolori atroci e continui sono davvero difficili da sopportare. E poi i miei capi sono delle merde, sono prepotenti con me e le mie due colleghe donne più di quanto non lo siano con gli altri 30 colleghi uomini messi assieme. Il clima in ufficio è davvero brutto, e questo non mi aiuta di sicuro. Come non mi aiuta la continua minaccia di licenziarmi, considerando che giovedì chiederò al mio medico di base di spedirmi a fare fisioterapia in ospedale: privatamente la spesa a lungo termine è insostenibile, ma se vado “con la mutua” dovrò assentarmi dal lavoro alcune ore al giorno per diversi giorni di seguito (in ospedale non ti fanno fare fisioterapia alle 7 di sera…) e non credo che quei tre stronzi la prenderanno bene.

:’-(

i dolori alla schiena sono tornati insopportabili. ieri sera dopo tanto tempo ho desiderato di nuovo di morire. sono stata sopraffatta da tanto male, da tutto il tempo passato a sopportare, dalla convinzione che non riusciranno a trovare causa o rimedio, dalla consapevolezza che questo dolore mi accompagnerà per ogni giorno della mia vita. è stato troppo. stamattina sono un po’ più tranquilla, riesco a tenere questi pensieri in un angolo nascosto della mia testa, fare finta che non esistano, vivere il presente cercando non tanto di trovare un senso quanto di sopportare, di non farmi vincere. ho ricominciato con i cerotti e in pausa pranzo prenderò un antidolorifico. è davvero possibile vivere così? è davvero possibile rimanere sani di mente?