Notte in bianco

Lo scorso fine settimana ho passato la notte in bianco. Quando sono andata a letto ho sentito che qualcosa non andava, ma ho preferito non prendere sonniferi. Mi sono addormentata dopo un tempo accettabile, per qualche ora ho avuto un sonno molto agitato, svegliandomi continuamente. Alle 2 mi sono svegliata definitivamente e ho capito che il sonno non sarebbe più arrivato fino alla notte successiva, e così è stato (anche perché ormai era tardi per prendere il sonnifero). Il giorno dopo ovviamente ero sfinita, ma per fortuna era domenica e non dovevo andare a lavorare. Una parte di me mi diceva “cazzo avevi il sonnifero sul comodino, perché non lo hai preso???”, l’altra parte, quella che aveva ragione, rispondeva “capita a tutti di passare una notte in bianco”. E’ proprio così, capita a tutti. Non devo sempre ricondurre tutto alla mia maledda malattia, altrimenti penserò di non essere mai guarita, nemmeno se e quando starò “bene come gli altri”.

Annunci