Il giorno della marmotta

E’ successo di nuovo. Da circa un mese l’ansia è aumentata terribilmente. Ho fatto fatica a capire cosa stava succedendo: mentalmente mi sento tranquilla, l’umore è abbastanza buono, ma fisicamente sto uno schifo, mi sveglio presto e mi manca già l’aria, la sensazione è quella di affogare, per tutto il giorno ho il fiato corto, il cuore in gola, mi sento agitatissima, come se stessi tremando anche se da fuori non si vede. Ieri ho finalmente realizzato che questa cosa mi era già successa in passato, erano gli antidepressivi che mi attivavano troppo il cervello provocandomi ansia. Il problema è che senza quelle maledette medicine non posso stare, mi ucciderei nel giro di pochi giorni. Come nel film “Ricomincio da capo” mi sento condannata a rivivere all’infinito la stessa giornata, senza poterci fare niente. Proverò ad imbrogliare il mio cervello: da domani ricomincerò a prendere gli antidepressivi che usavo prima al posto di quelli che sto assumendo adesso, spero che cambiare molecola per un po’ di tempo funzioni. Poi se dovesse ripresentarsi l’ansia cambierò ancora. Depressione di merda, non ho proprio nessuna intenzione di arrendermi.

Annunci