2014-04-11

Finalmente sono riuscita a farmi la doccia. Da alcuni giorni mi mancava la forza e la voglia di fare tutto, perfino prendermi cura di me. Mi lavavo a pezzi, lo stretto indispensabile, ma per 5-6 giorni non sono riuscita a fare un bagno completo. La fatica era troppo grande. Alzarsi la mattina, lavarsi, cambiarsi, tutte cose che sembrano normali e che la maggior parte delle persone fa in automatico, senza rendersene conto, per me diventavano come scalare l’Everest. Fisicamente non mi sentivo stanca ma ero prostrata, non avevo interesse per nulla, ero totalmente apatica e priva di volontà. E’ stato molto brutto. Tutto è sfociato in una brutta crisi mercoledì, senza causa apparente, con il ritorno di pensieri ossessivi, tristezza immensa e l’impossibilità di smettere di piangere. Mi sentivo svuotata. E’ un malessere difficile da descrivere a parole. Il giorno successivo stavo già un po’ meglio ma ho chiamato lo stesso lo psichiatra che mi ha aumentato leggermente il dosaggio di uno dei farmaci. Ora sto meglio, e anche piccole cose, come appunto riuscire a farsi una doccia sembrano conquiste irraggiungibili fino al giorno prima. Quello che ho provato in questi giorni è stato talmente brutto da apparirmi ora irreale, come se mi fossi svegliata da un brutto sogno fatico a credere che sia successo davvero.

Annunci