2014-03-06

Ieri sono andata dallo psichiatra n. 2. Che palle non ne posso più di vedere dottori ed ingoiare pastiglie. Come sempre mi ha cambiato terapia, secondo lui il fatto che ultimamente penso spesso al suicidio non è dovuto, almeno in parte, alla disperazione per il fatto di stare male, probabilmente soffro di una depressione di tipo ossesivo. Fatto sta che ieri sera quando sono andata a letto ho avuto la mia bella crisi, ho provato con una chat anti suicidio sperando riuscisse a calmarmi come era successo con il numero verde, ma è stata una delusione totale. Tu scrivi e qualcuno ti risponde dopo mezz’ora (nel frattempo potrei essermi impiccata almeno un paio di volte) e usando frasi fatte tipo “percepisco il tuo dolore”. Praticamente ti illudi trovare conforto e quando non succede sprofondi ancora di più. A prescindere dal fatto che sono sicura che chi fa il volontario in questa chat abbia le migliori intenzioni, in casi come questo non puoi permetterti di comportarti da dilettante perché giochi letteralmente con la vita delle persone. Per calmarmi ho bevuto un po’. Non ne vado fiera e so che è sbagliato, ed è la seconda volta in vita mia che lo faccio visto che oltretutto sarei astemia, però ha funzionato. Dopo un po’ mi sono calmata e ho dormito. Appena sveglia altra crisi, fortissima. Prendo una delle pillole che il medico mi ha detto di usare al bisogno. Niente. Ne prendo un’altra, torno a letto aspettando e sperando che funzioni. In parte. Mi sono calmata, ma mi ha attenuato solo i sintomi e non la sensazione di malessere. Come se volessi muovermi e non potessi farlo perché sono legata. Mi sento apatica, stanca, di cattivo umore. Non so ancora quanto potrò resistere così.

Annunci